Antonio Gian Paolo Garganese

Keen about music

Mirella Freni (1935-2020). Un ricordo

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Feb 10, 2020

Nel “controllare” alle volte in cui lei c’era (ed io pure) mi son accorto che ho sentito diversi titoli eccellenti, più di quanti me ne venissero alla mente improvvisamente. La Freni funzionava sempre.
E’ vero quanto da altri notato e cioè che cantava puntualmente bene ossia che la sua presenza...

Sanremo. Ancora (?). La stessa musica (?).

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Feb 5, 2020

Non mi interessa Sanremo, pur essendo nato un po’ dopo la sua nascita ed avendolo seguito come tutti a febbraio d’ogni anno, registrando col “Gelosino” dall’altoparlante della TV le canzonette, cantandole con i compagni di giochi attraverso i libriccini delle Messaggerie musicali, discutendone con...

Quadriglia all’Opera: Rigoletto e Il trovatore (Philipp Fahrbach sr.)

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Feb 2, 2020

Non si tratta degli Strauss (Johann jr. ed Eduard, suo fratello geniale inventore-questi-di trascinanti polche veloci, in cui era davvero specializzato), bensì di un loro coevo ed agguerrito concorrente, come altri, nel tempo in cui Vienna e l’Europa (e non solo) danzavano notti intere in barba ai...

Amato Gatti – Gatti amato

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jan 26, 2020

Ci sono tre direttori amati, anzi amatissimi, a Firenze, al “Comunale”, dall’orchestra e dal pubblico, così ondivago della città gigliata.
Certo non lo è stato Re Luisi XIV, nel suo breve regno, durante i terremotati giorni iniziati sotto l’auspicio infausto di Francesco Bianchi.
Lo sono-tuttora...

Eccolo, eccolo: è tornato!!! Muti a Firenze: la “Chicago” ossia “La bellezza del suono”

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jan 21, 2020

Nell’intervista di Valerio Cappelli al Maestro Muti apparsa il 1mo gennaio 2020 sul “Corriere.it”, si preannunciava lo stato d’animo del nostro amato Maesschtre nel tour italiano con la sua Chicago.
I temi erano-come al solito…i soliti-con qualche primizia quale quella di un probabile “Simon...

Era di venerdì 17 (Resurrezione di Alfano a Firenze). Lo spettacolo.

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jan 18, 2020

Il 13 e il 17 sono numeri particolari. A seconda delle culture essi-specie se associati al venerdì-sono considerati di buon augurio o jella.
Un famoso film di Mario Soldati, interprete Alberto Sordi, si intitolava come questa nota, e parlava di una difficile giornata. Carlo Verdone è nato il 17...

A bon usage des maladies

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jan 2, 2020

l di là delle “sorprese” o delle “non sorprese”, addirittura degli inutili e fatui timori filologici al Concerto del 1mo gennaio 2020, ho realizzato questo video che riproduce-assemblandole in sequenza esplicativa “con ripetizione”-le due versioni base del tanto discusso (ed inutilmente finisce)...

Turandot di Puccini: un’opera [in]compiuta (?)

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Dec 25, 2019

Nel 1990-quindi molto prima che Berio iniziasse a lavorare attorno al proprio [1998] completamento della “Turandot” pucciniana, in prospettiva della imminente scadenza dei diritti di Casa Ricordi (2003)-a parte ogni altra tentata operazione [*] o affanno sui famosi fogli sparsi-la studiosa Janet...

Una marcia nera (?)

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Dec 24, 2019

Dite quel che vi pare e sembra (e quello che è-sia ben chiaro), ma la marcia più marcia che più marcia non si può la quale ha spadroneggiato dal 1848 ad oggi, in una versione “originale” o per le cure (circa metà anni ’30) di Leopold Weninger o (anni ’50) di Max Schönherr, eccola qui in una festosa...

"Resurrezione" di Franco Alfano a Firenze. Una occasione (perduta?)

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Dec 19, 2019

Mentre attendiamo (invano) che qualcuno si decida una volta per tutte a stabilire che la versione "completa" della "Turandot" sia (è) quella col finale cosiddetto primo di Franco Alfano, istericamente ridimensionato da Arturo [1] (non lo farà certo l'attuale direttore scaligero, per i suoi...